Good Death

9 Novembre 2021

Questi versi sono nati durante la lettura  di un articolo sul NEJM sulla buona( dolce) morte.

Dolce è solo

morire nel sonno”.

Quanta finzione

circonda la morte,

ma chi vuole morire?

e se non puoi

incosciente nel sonno

allora è meglio

una morte violenta

un atto di accusa

improvviso

fermati i pensieri

un attimo prima

e non la “dolce morte”

ma dolce di che?

contornato da tutti

in costante bugia

un party da fare

in cui si mangia la pizza

si beve la birra

si taglia la torta

una falsa allegria

un apparecchio di festa,

si festeggia la morte!

e tutti fan finta,

si mostran sereni

ma dentro reprimono

una inevitabile angoscia

e quello che parte?

non può non pensare

che dolce è solo ciò

che ora ha in bocca

nient’altro può esserlo

Dolce ti sembra tutto

questo panegirico

tutto questo teatro

che vuol dire la

morte imminente?

Che cosa si sa

dell’artificio di un sonno

da farmaci indotto

se privo di sogni di vita

in quel limite estremo?

Allora è meglio

una morte violenta,

un atto improvviso

di accusa.

20 ottobre 2021

Ciro Gallo