Il dottor Sottile

19 Novembre 2012

Non so se ridere o piangere. No, no, è solo divertente. Sentir dire al “dr. Sottile”, al secolo Giuliano Amato, ex delfino e consigliere di Bettino Craxi (però raffinato !), ricco beneficiario di tre pensioni, sentirgli dire che si’ ad un parlamentare, che ha concluso due legislature, bisognerebbe dare subito il vitalizio e non aspettare i 65 anni, “perchè altrimenti cosa farà “, mi fa sbellicare dalle risate. Proviamo a rispondergli  mantenendo un tono ridanciano: “Magari tornare a fare il lavoro di prima, o semplicemente a lavorare, o frequentare come volontario quelle camere del parlamento che ha disertato quando in carica?!?!

Poi penso ai giovani “autodeportatisi” all’estero, che vorrebbero tornare nel loro paese, che con le lacrime  agli occhi capiscono di non poterlo fare, perchè per loro in Italia non c’è futuro e perchè i posti sono tutti occupati dai figli dei Monti, delle Fornero e degli Amato ( e persino dei nipoti di  “re Giorgio”) e mi viene un rimescolio allo stomaco e lascio uscire tutto l’odio ed il disprezzo che posso!

Ciro Gallo