Editto

26 Aprile 2020

 

 

Sintiti sintiti sintiti

arriva l’edittu du generali Colau:

Cu avi jatti surici e vecchi li tinissi intra.

Cun chissu edittu s’annulla u precedenti

ch’ cunsiderava l’anziani attivi

e li facia travagghiari finu a settanta anni

e cu vulia puru ottanta, novanta.

È consentitu sulu affacciarisi fora

e se bonu vistutu stari supra u barcuni

quannu l’autri dormunu.

Non si facissiru a viriri pena la

chiusura perpetua ‘nta na stanza.

È consentitu puru, in via eccezionali

cu a maschera e senza farisi accorgiri e scupriri l’età

mettersi o suli ‘nta l’uri chiù cauri

ma senza ombrelloni.

Si fa richiesta autrusì e si sarebbi grati

se facissiru u piaciri di scioghisi e liverisi ‘ntornu

cusì di livari l’incomodu, murennu tutti a na vota,

sullivannu l’umanità di stu castigu di Diu

e l’autri vivissimu  felici e cuntenti

finu a prossima vota

quannu vecchi fussiru considirati

chiddi sulla  cinquantina.

Pi chissu prossimu edittu

si penserà a tempu dovutu

 

Traduzione

26 Aprile 2020

Udite udite udite

arriva l’editto del generale Colao :

Chi ha gatti sorci e vecchi  li tenga in casa.

Con questo editto si annulla il precedente che

considerava gli anziani attivi

e li faceva lavorare fino a settant’anni

o per chi voleva ottanta, novanta.

È consentito solo affacciarsi all’uscio

e se ben vestito stare sul balcone

quando gli altri dormono,

non si facciano vedere  pena la

chiusura perpetua in una stanza.

È consentito pure, in via eccezionale,

con la maschera, senza farsene accorgere e scoprire l’età

mettersi al sole nelle ore più calde

ma senza ombrellone.

Si fa richiesta altresì e si sarebbe grati

se facessero il piacere di sciogliersi e levarsi d’intorno

così da togliere l’incomodo, morendo tutti in una volta,

solleverebbero l’umanità di questo castigo di Diu

e gli altri vivremmo felici e contenti

fino alla prossima volta

quando vecchi sarebbero considerati

quelli sulla cinquantina.

Per questo prossimo editto

si penserà a tempo debito.

Ciro Gallo