Guai ai Greci dopo Siriza

26 Gennaio 2015

Così rispondono i Greci, con la vittoria di Siriza? Avrebbero dovuto piuttosto essere grati alla Ue, alla Germania e alla Troika. Li avevano liberati di  tante ambasce con il loro intervento.

Prendiamo ad esempio il campo della sanità. Vuoi mettere i disturbi psicologici che dà a noi “ricchi europei” la prevenzione? Giorni di ansia, di angoscia che precedono un qualsiasi test. Notti insonni. L’idea che potremmo avere un “male” ci assilla, ci sconvolge. E poi se per caso ci troviamo in quella zona grigia diagnostica del può essere e del può non essere, quale esasperante preoccupazione. Rifare l’esame, farne un altro più sofisticato, prendere l’appuntamento, aspettare la data! Alla fine , forse un responso più chiaro. Se é negativo, quanti patemi inutili! Se positivo altro calvario, sottoporsi a nuove indagini, a terapie che possono avere effetto oppure no : puoi anche morire sapendolo!!!

I Greci non avevano  di questi problemi potevano morire senza rendersene conto, senza drammi psicologici, senza patemi, quasi felici. Il nostro destino ora gli tocca con Siriza!

E delle malattie degenerative, quelle del benessere, non vogliamo parlarne?

É noto che diabete, ipertensione, cardiopatie ischemiche ,  strokes sono tutti legati all’obesità, alla sovra alimentazione. Mangiare é il nemico della salute di noi “ricchi europei”. Benevolenti, primi i tedeschi, han pensato alla salute dei Greci. Tutti a dieta, brodaglia di “patate” per la maggioranza del popolo. Ad esso l’Europa  e la Troika tenevano tanto : riduzione drastica del cibo, terapia per l’arteriosclerosi.Tutti col cuore sano, niente infarti, niente vasculopatie cerebrali, niente alzheimer, sempre vigili ed attenti, vecchie e future generazioni, in piena coscienza dei propri “misfatti” e del proprio “scialacquare” Tutta salute.

Ora con Siriza vi tocca mangiare Greci. Fatti vostri!

Ciro Gallo